O11CE – Undici Campioni: intervista a Mariano Gonzales

O11CE – Undici Campioni: intervista a Mariano Gonzales

Like
65
0
venerdì, 07 settembre 2018
Le Interviste

Se chiedessimo ad un bambino quale sia il suo sport preferito, state pur certi che la risposta serebbe “il calcio” e se ne sono accorti anche alla Disney; dopo la fortunata prima stagione sta infatti per tornare O11CE – Undici campioni.

La seconda stagione è stata anticipata a lunedì 10 settembre e, per l’occasione, il canale 617 di Sky si trasformerà fino al 23 settembre nello speciale 011CE CHANNEL, un pop up channel interamente dedicato alla serie che ospiterà tutti i giorni, proprio a partire dal 10 settembre, i nuovi episodi delle avventure dei Falchi Dorati.

Per l’occasione siamo stati alla presentazione della nuova stagione dove abbiamo avuto il piacere di intervistare Mariano González, la giovane promessa Gabo dei Falchi Dorati: ecco cosa ci ha detto

 – La prima stagione di “O11CE” è stata quella del successo, la seconda sarà sicuramente più dura perché dovrà essere quella della riconferma: cosa l’avete affrontata e che aspettative avete?

“Per me la seconda stagione è stata molto più dura e mi ha portato ad esplorare nuove situazioni con le quali non era abituato averci a che fare e credo sia stato questo a rendere la nuova stagione migliore, più ricca ed interessante, specialmente per quanto riguarda il calcio. Per quanto riguarda il mio personaggio scopriremo il passato di Gabo, la storia della sua famiglia tutte cose che lo cambieranno profondamente. C’è stato molto lavoro da fare”

– Nella seconda stagione i componenti della squadra dovranno decidere se dedicarsi alla carriera da calciatori professionisti o meno: che consiglio dai ai nostri giovani ascoltatori? Seguire la carriera calcistica o dedicarsi al loro percorso di studio?

“Mi raccomanderei di avere più aspetti nella vita in cui dare il massimo: non bisogna dare valore solo all’essere il miglior giocatore o il miglior studente da dimenticarsi degli amici. Credo che una delle cose più importanti sia il saper trovare un equilibrio, bisogna saper equilibrare le proprie passioni, lo studio e le relazioni personali: nessuna di queste può essere più importante delle altre, magari una di questa avrà la priorità ma bisogna saperla bilanciare con le altre, credo sia questo il trucco per avere una vita felice”

– Parliamo di Mondiali: è stata l’edizione dove molte grandi squadre sono capitolate, la nostra Italia neanche qualificata, la tua argentina molto contestata. Come li hai vissuti da tifoso?

“Onestamente è stato fantastico poter essere ai mondiali, ero un po’ deluso quando l’Argentina è stata eliminata ma non ero in Russia. L’ultima partita che ho visto dal vivo è stata Argentina-Nigeria, per quel che mi riguarda l’Argentina ha vinto l’ultima partita a cui ho assistito (ride). Sono state le persone a rendere i Mondiali incredibili, è stata una grande festa ed è questo che sono i Mondiali: non importa quale squadra vinca, si tratta solo di stare insieme a guardare le partite, a divertirsi, a farsi nuovi amici ed ho vissuto tutto questo per la prima volta. Si, avrei preferito se l’Argentina avesse vinto ma avremo tante altre possibilità, resta comunque un’esperienza che non dimenticherò”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com